progetto di monitoraggio, valutazione e analisi degli interventi di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne 

PROGETTO ViVa Dicembre 2017/20

Il 23 novembre 2017 l’Italia ha adottato il Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne (2017-2020) che definisce la strategia complessiva per prevenire e contrastare la violenza maschile contro le donne e la violenza domestica in Italia, in linea con la Convenzione di Istanbul.

NOTIZIE

17 luglio 2020

4th EUROPEAN CONFERENCE ON DOMESTIC VIOLENCE

15 luglio 2020

Commissione Europea: pubblicato studio sull’impatto del sesso e del genere nella pandemia COVID-19

13 luglio 2020

Diritto alla parità di retribuzione: il Comitato Europeo dei Diritti Sociali riscontra violazioni in 14 paesi, tra cui l’Italia

Perché ViVA

Il progetto ViVa – Monitoraggio, Valutazione e Analisi degli interventi di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne nasce da un Accordo di collaborazione sottoscritto il 19 giugno 2017 tra il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPO) e l’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IRPPS).

Il progetto, di durata triennale, intende fornire un quadro conoscitivo ampio ed analiticamente fondato utile a definire ed accompagnare l’implementazione del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017–2020 e ciò nella finalità di rafforzarne gli effetti e le ricadute, anche alla luce degli impegni assunti dall’Italia con la firma della Convenzione sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica, entrata in vigore il 1° agosto 2014.

IL PROGETTO ViVA SI ARTICOLA IN DUE DIVERSI LIVELLI DI AZIONE:

Il primo prevede la realizzazione di un’indagine sull’offerta dei servizi di supporto alle donne vittime di violenza con il duplice obiettivo di pervenire ad un quadro conoscitivo analitico quanti-qualitativo del sistema di supporto alle vittime e di definire la “filiera ottimale dei servizi” di prevenzione, accoglienza, recupero e reinserimento.

Le attività del primo ambito di azione sono quelle previste dai seguenti working packages:

WP1

Rilevazione dei soggetti specialistici e generali a supporto delle vittime di violenza di genere attivi sul territorio nazionale ai sensi della normativa vigente.

WP2

Definizione e messa a punto di strumenti per il monitoraggio quali quantitativo del sistema di assistenza e supporto alle vittime della violenza di genere.

WP3

Analisi campionaria della funzionalità operativa del sistema d’offerta territoriale dei servizi specialistici e generali.

Il secondo ambito di azione si concretizza nel supporto alle politiche di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne, attraverso un insieme di attività di ricerca-azione volte a sostenere il DPO nella messa in opera del Piano Strategico Nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017–2020 e mediante una valutazione (ex post) dei processi attuativi, delle realizzazioni e dei risultati del Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere (2015-17) e ulteriori analisi valutative (ex-ante e in itinere) delle realizzazioni del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne (2017–2020).

Le attività del secondo ambito di azione sono quelle previste dai seguenti working packages:

WP4

Contributo all’attuazione operativa del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017–2020.

WP5

Valutazione delle realizzazioni e risultati degli interventi attuati a valere sul Piano d’azione straordinario 2015-2017 contro la violenza sessuale e di genere

WP6

Valutazione ex ante ed in itinere del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017–2020